Università Cattolica del Sacro Cuore

Media Digitali, Psicologia e Benessere

Nome e cognome del Coordinatore e dei componenti dell’Unità di Ricerca

Coordinatore: Daniela Villani (Prof. Associato di Psicologia Generale, Facoltà di Scienze della Formazione)

Componenti: Giuseppe Riva (Prof. Ordinario di Psicologia Generale, Facoltà di Psicologia) Emanuela Confalonieri, (Prof. Ordinario di Psicologia dello Sviluppo e Psicologia dell’Educazione, Facoltà di Psicologia), Luca Milani (Prof. Ordinario di Psicologia dello Sviluppo e Psicologia dell’Educazione, Facoltà di Psicologia), Davide Massaro (Prof. Ordinario di Psicologia dello Sviluppo e Psicologia dell’Educazione, Facoltà di Scienze della Formazione), Silvia Serino, Assegnista di ricerca in Psicologia Generale, Facoltà di Psicologia), Alice Chirico (Assegnista di ricerca in Psicologia Generale, Facoltà di Lettere), Claudia Carissoli (Assegnista di ricerca in Psicologia Generale, Dipartimento di Fisiopatologia Medico-Chirurgica e dei Trapianti, Università degli Studi di Milano), Clelia Malighetti, (dottoranda di ricerca in Psicologia, Facoltà di Psicologia)


Presentazione

I media digitali stanno trasformando radicalmente alcuni processi psicologici e sociali, dando vita a fenomeni completamente nuovi. Questi processi di cambiamento sono osservabili in diversi contesti – la salute, l’educazione, lo sport, il lavoro - e nelle diverse fasi del ciclo di vita e l’unità di ricerca in Media digitali, psicologia e benessere intende studiare l’intersezione tra queste aree.

L’obiettivo generale è quello di studiare la relazione tra media digitali e benessere secondo la prospettiva psicologica. Tale obiettivo è declinabile in due traiettorie di analisi e applicative.

Da un lato, oggetto di studio è l’analisi e la promozione del benessere digitale, inteso come il contributo che l’uso naturale dei media digitali può offrire al benessere dell’individuo, sia nella sua dimensione edonica che eudaimonica. Particolare interesse è dunque rivolto non solo all’individuazione dei fattori di rischio e protettivi a livello individuale e psicosociale in riferimento a specifici fenomeni, quali ad esempio l’uso problematico dei social media, le dipendenze dai videogiochi, il sexting, i comportamenti aggressivi e il cyberbullismo, ma anche all’identificazione delle opportunità che i media digitali offrono in termini di sviluppo di competenze individuali, come la regolazione emotiva, e psicosociali, come l’empatia e la prosocialità. Il benessere digitale, infatti, non fa riferimento solo alla prevenzione di comportamenti problematici legati all'uso dei media digitali ma riguarda anche la capacità di utilizzare le tecnologie per sviluppare le proprie risorse, sostenere le proprie attività significative e realizzare il proprio potenziale.

Dall’altro, oggetto di studio è l’utilizzo strategico degli strumenti digitali per la promozione della salute e del benessere, in linea con la disciplina della Tecnologia Positiva. La Tecnologia Positiva è un campo emergente all’interno dell’interazione uomo-computer che studia come le tecnologie interattive possono essere utilizzate in interventi di promozione del benessere basati sui risultati evidence-based provenienti dal mondo della ricerca. A livello teorico, la Tecnologia Positiva mira a sviluppare quadri e modelli concettuali per comprendere come le tecnologie possano essere utilizzate efficacemente per aiutare le persone a raggiungere un maggiore benessere. A livello metodologico e applicato, la Tecnologia Positiva si occupa della progettazione, dello sviluppo e della valutazione di efficacia di protocolli innovativi che integrano esperienze digitali per favorire l’empowerment individuale e interpersonale attraverso l’induzione di emozioni positive, l’attivazione del flow, la proposta di contenuti coerenti con i significati delle persone che le utilizzano e il sostegno di relazioni positive. A tal fine, smartphone, dispositivi indossabili, realtà virtuale/aumentata, social media e Internet forniscono una vasta gamma di strumenti e risorse utili a supportare interventi psicologici che stimolano le emozioni positive, la crescita personale, la creatività e la connessione sociale.

L’istituzione dell’Unità di Ricerca è motivata, da un lato, dall’opportunità di stimolare sinergie tra i membri del Dipartimento che, a livello individuale e di gruppo di ricerca, si interessano di temi affini e, dall’altro lato, di permettere di presentarsi all’esterno del Dipartimento con una qualificazione specifica per promuovere attività di monitoraggio dell’esperienza con i media digitali, di progettazione di interventi di promozione del benessere digitale e di formazione sull’uso positivo dei nuovi media.

Le azioni che l'Unità di Ricerca intende portare avanti sono le seguenti:

  • Partecipare al progresso della ricerca sulla comprensione dei fattori protettivi e promozionali dell’uso positivo dei media digitali,
  • Contribuire alla definizione di metodologie e protocolli innovativi di promozione del benessere individuale e interpersonale che possano sfruttare le opportunità offerte dai nuovi media digitali,
  • Sviluppare e testare strumenti applicativi di promozione del benessere supportati dalle tecnologie,
  • Promuovere attività formative e educative sulle tematiche oggetto di interesse,
  • Attivare eventi di diffusione della conoscenza rivolti alla cittadinanza e alla comunità accademica.

Attività di terza missione

L’unità di ricerca ha promosso e partecipato a diversi eventi rivolti a professionisti e non esperti sui temi del benessere digitale e dell’integrazione delle tecnologie in interventi di promozione del benessere.

Alcuni esempi sono:

  • Convegno “Educa. Algoritmi Educativi”, dialogo “Ai confini della Realtà Virtuale” aprile 2018, Rovereto
  • Seminario “Cyber-Adolescenti. Rischi e opportunità per i giovani naviganti della rete”, 18 ottobre 2018, UCSC di Milano
  • Evento "Parole a scuola", organizzato da Associazione Parole O_Stili, Università Cattolica, Istituto Giuseppe Toniolo, 9 febbraio 2018, UCSC di Milano
  • Evento "Parole a scuola" organizzato da Associazione Parole O_Stili, Università Cattolica, Istituto Giuseppe Toniolo in collaborazione con Miur e Corecom Puglia, 30 novembre 2018, Fiera del Levante di Bari
  • Seminario “La socialità degli adolescenti nell'era di internet: sfide, opportunità e proposte educative”, 11 aprile 2019, UCSC di Brescia
  • Evento “Quanti like servono per stare bene? Il bisogno di approvazione degli adolescenti nell’ambito dei social network” promosso da Fondazione Charlie, 26 settembre 2019, Pontedera
  • Giornata di studio “Competenze digitali per una cultura democratica” organizzato da Università degli studi di Pavia, ottobre 2019
  • Convegno itinerante della Stampa Alpina “Social: tra opportunità e rischi”, ottobre 2019, Feltre
  • Giornata di studio “Safer Internet Day” in collaborazione con Telefono Azzurro presso UCSC di Milano, febbraio 2020
  • Webinar "Diventare grandi nell'era digitale", 18 marzo 2021, Università Cattolica del Sacro Cuore
  • TEDxUnicatt, "La socialità digitale - al di là di vizi e virtù", 2 giugno 2021

Pubblicazioni

  1. Villani, D. & Riva, G. (2012). Does interactive media enhance the management of stress? Suggestions from a controlled study. Cyberpsychology, Behavior, and Social Networking, 15 (1): 24-30
  2. Villani, D., Grassi, A., Cognetta, C., Cipresso, P., Toniolo, D., Riva, G. (2013). Self-Help Stress Management Training Through Mobile Phones: An experience with oncology nurses. Psychological Services,10, 3, 315-322, doi: 10.1037/a0026459
  3. Carissoli, C., Villani, D., Riva, G. (2015). Does a Meditation Protocol Supported by a Mobile Application Help People Reduce Stress? Suggestions from a Controlled Pragmatic Trial. CyberPsychology, Behavior and Social Networking, 18, 1, 46-53.
  4. Villani, D., Cognetta, C., Toniolo, D., Scanzi, F., & Riva, G. (2016). Engaging Elderly Breast Cancer Patients: The Potential of eHealth Interventions. Frontiers in Psychology, 7, 1825.
  5. Villani, D., Carissoli, C., Triberti, S., Marchetti, A., Gilli, G., & Riva, G. (2018). Videogames for Emotion Regulation: A Systematic Review. Games for Health journal, 7(2), 85-99
  6. Villani, D., Cognetta, C., Repetto, C., Serino, S., Toniolo, D., Scanzi, F., & Riva, G. (2018). Promoting emotional well-being in older breast cancer patients: results from an eHealth intervention. Frontiers in Psychology, 9.
  7. Carissoli, C., & Villani, D. (2019). Can Videogames Be Used to Promote Emotional Intelligence in Teenagers? Results from EmotivaMente, a School Program. Games for Health Journal, 8(6), 407-413.
  8. Carissoli, C., Gasparri, G., Riva, G. & Villani, D. (2021). Mobile well-being in pregnancy: suggestions from a quasi-experimental controlled study, Behaviour& Information Technology, DOI: 10.1080/0144929X.2021.1894484

 

Libri in italiano e in inglese

  1. Villani, D., e Triberti, S. (2018). La personalità online: tracce digitali dell'identità. Giunti, Firenze.
  2. Gaggioli, A., Villani, D., Serino, S., Banos, R., Botella, C., (eds). (2019). Positive Technology: Designing E-experiences for Positive Change. Lausanne: Frontiers Media. doi: 10.3389/978-2-88963-023-3