Università Cattolica del Sacro Cuore

M-EDF/01 - METODI E DIDATTICHE DELLE ATTIVITÀ MOTORIE

Nell’anno solare 2021 il gruppo di ricerca costituito dai proff. Francesco Casolo, Ferdinando Cereda e da altri docenti a contratto afferenti al Centro Accademico Sportivo Rino Fenaroli, svilupperà gli ambiti di ricerca in continuità con le linee attivate negli anni accademici precedenti non ancora concluse.

Ambiti di ricerca

  1. Neuroscienze e educazione attraverso il movimento nella scuola primaria. Prosecuzione della linea di ricerca attivata lo scorso anno che mira alla scoperta e all’analisi dei contributi neuro-scientifici degli ultimi 20 anni utili alla didattica dell’educazione fisico-motoria nella scuola primaria. Sull’argomento è stato organizzato un convegno Nazionale in UCSC nel corso dell’a.a. 2015-2016 cui è seguita la pubblicazione di un articolo in corso di stampa. Nel 2016-2017 e nel 2017-2018 la linea prosegue incentrandosi sulla sperimentazione delle EAS (Esperienze di apprendimento situato) per l’educazione motoria. Con ogni probabilità sarà il suo ultimo anno di attivazione.

OUTPUT:

  • congresso nazionale SIPED 2020;
  • pubblicazione di un articolo scientifico su riviste di fascia A del SC 11-D2 (Prof. F. Casolo).
  1. Active-breaks e scuola primaria. Nel suo secondo anno di attivazione questa linea, si propone di studiare e ricercare le modalità di utilizzo nella scuola primaria delle pause attive, utili per alternare i troppi momenti statici con brevi attività fisiche che portano benefìci anche per le competenze scolastiche (Carlsson et al, 2015). Tali pause, per lo più della durata di 10 minuti ed effettuate ogni ora, consistono nel proporre in classe e a rotazione esercizi di allungamento muscolare, andature sul posto, autocontrollo respiratorio, mobilità articolare, passi di danza o di ginnastica aerobica, ginnastica con la sedia.

OUTPUT:

  • congresso nazionale SIRD 2020;
  • pubblicazione di un articolo scientifico su riviste di fascia A del SC 11-D2 (Prof. F. Casolo).
  1. La DAD nell’ambito delle scienze motorie. Linea di nuova attivazione che, a seguito del periodo di pandemia, mira ad un ampliamento e ad una integrazione della didattica classica tradizionale con gli apporti della DAD intesa non solo come didattica a distanza ma anche come didattica aumentata digitalmente.  In effetti la DAD ha costituito un’occasione per ampliare le competenze didattiche dei docenti inducendoli a programmare, attraverso le tecnologie informatiche, lezioni in streaming, lezioni preregistrate con commento, prove di esame e webinar a distanza. Ci si aspetta che queste nuove competenze possano essere utili e integrabili con la didattica tradizionale anche nel momento in cui dovesse finire il periodo di pandemia.

OUTPUT:

  • congresso nazionale SIEMES 2020;
  • pubblicazione di un articolo scientifico su riviste di fascia A del SC 11-D2 (Prof. F. Casolo).
  1. Teorie e didattiche dell'Esercizio Fisico e della Physical Fitness. Linea di ricerca, che si propone di analizzare le differenti forme del Fitness oggi presenti nel nostro paese per analizzarle e leggerle in funzione degli apporti al benessere personale delle differenti popolazioni (adolescenti, adulti e anziani apparentemente sani e con patologie croniche), nelle attività motorie di gruppo.

OUTPUT:

  • pubblicazione di un articolo scientifico su riviste di fascia A del SC 11-D2 (prof. F. Cereda).
  1. Il Personal Fitness Trainer nell'insegnamento dell'esercizio fisico preventivo: competenze tecniche e didattiche. La linea indaga il ruolo e le competenze di chi si occupa di esercizio fisico. I professionisti dell'esercizio devono avere vaste conoscenze e capacità tecniche per lavorare in sicurezza ed in modo efficace. In passato a chi lavorava in strutture come le palestre non veniva richiesta una specifica istruzione nel campo delle scienze dell'esercizio. Oltre agli aspetti formali, informali e non formali della formazione si vuole indagare la conoscenza delle raccomandazioni internazionali per uno stile di vita sano e attivo per i bambini, gli adulti e gli anziani tra i professionisti dell'esercizio fisico.

OUTPUT:

  • pubblicazione di un articolo scientifico su riviste di fascia A del SC 11-D2 (prof. F. Cereda)
  1. L’educazione motoria e sportiva come strumento pedagogico per la formazione etica della persona. Linea di ricerca che pone la riflessione sulle applicazioni pedagogiche all'interno del modello “Sport & Educazione” esaminando i modi in cui una persona può diventare sportivamente “alfabetizzata” e sviluppare un comportamento etico con l'impegno nell’educazione fisica e nello sport giovanile.

OUTPUT:

  • pubblicazione di un articolo scientifico su riviste di fascia A del SC 11-D2 (prof. F. Cereda).
  1. La formazione dei tecnici sportivi. L’indagine ha lo scopo di illustrare le caratteristiche più importanti della formazione dei tecnici sportivi in Italia e nel mondo. Lo sviluppo dello sport a tutti i livelli dovrebbe prevedere la presenza di istruttori sempre più competenti, soprattutto a livello giovanile. Partendo dal panorama internazionale saranno indagate le principali caratteristiche del sistema proposto dal CONI e le linee guida che ciascun fornitore di formazione dovrebbe seguire per offrire strumenti necessari al contesto, sia nazionale che internazionale.

OUTPUT:

pubblicazione di un articolo scientifico su riviste di fascia A del SC 11-D2 (prof. F. Cereda)