Università Cattolica del Sacro Cuore

Archeo Tech

 

 

Archeo-Tech: competenze tecnologiche per l’archeologia” è uno dei tre percorsi che costituiscono il progetto di formazione ideato dai docenti del Dipartimento di Storia, Archeologia e Storia dell’Arte dell’Università Cattolica e finanziato da Regione Lombardia, rivolto a giovani non occupati residenti o domiciliati in Lombardia.

 

Archeo-Tech intende fornire competenze avanzate nel campo del rilevamento, della restituzione grafica digitale, della diagnostica e della progettazione di soluzioni adeguate nella sistemazione e nella fruizione ecosostenibile di aree che conservano strutture archeologiche in ambito urbano ed extraurbano.

L’acquisizione di capacità specifiche nell’uso di strumenti di rilevamento (stazione totale, drone, GPS) e di elaborazione grafica (CAD e GIS) rappresenta un bagaglio di alta specializzazione tecnica che, attraverso la sperimentazione in archeologia, permette di acquisire competenze spendibili anche in altri ambiti professionali. La conoscenza degli indirizzi legati alla ricaduta della green economy nel campo dell’archeologia rappresenta un ulteriore valore aggiunto che si caratterizza nel panorama lavorativo e professionale contemporaneo come un apparato altamente innovativo con ricadute di successo in vari settori in espansione.

Il corso, completamente gratuito, si articola in 500 ore, di cui di cui 332 di lezione e 168 di stage. Le ore di lezione, che prevedono sia ore di teoria sia ore di pratica, sono svolte da professionisti del settore e si strutturano su 6 unità formative:

UF 1 - introduzione ai metodi della ricerca archeologica sul campo e alle normative di sicurezza in un cantiere archeologico (26 ore)

Il modulo comprende il corso base sulla sicurezza e il corso di preposto di cantiere, indispensabili per chi voglia operare a vario titolo sul cantiere archeologico.

 

UF 2 - acquisizione di competenze tecnologiche e digitali per attività di rilievo e restituzione di strutture e monumenti in cantiere archeologico e in aree archeologiche esistenti (147 ore)

Saranno affrontati i temi relativi all’uso della stazione totale, del drone, del GPS, della fotogrammetria, di AutoCAD e del GIS. I partecipanti apprenderanno l’utilizzo di strumenti tecnologici avanzati e la loro applicazione all’ambito del rilievo, della georeferenziazione, del posizionamento topografico delle evidenze archeologiche; alle nozioni di base sulla normativa e l’utilizzo del drone saranno affiancati esempi pratici dell’impiego dello strumento nella documentazione grafica e video dei cantieri. Completeranno il modulo le nozioni relative alla fotogrammetria per modellazione tridimensionale e fotoraddrizzamento delle superfici, cui seguirà un’introduzione ai programmi AutoCAD e alle piattaforme GIS.

 

UF 3 - acquisizione di competenze di base, elaborazione e restituzione avanzate per il rilievo e la diagnostica dei reperti (107 ore)

Sarà fornita una panoramica sui metodi di rilievo dei reperti, sia con strumenti manuali tradizionali che con laser scanner e fotogrammetria; verrà illustrato l’utilizzo di AutoCAD e di applicativi specifici per l’elaborazione grafica e la predisposizione di tavole grafiche. Completeranno il modulo alcune ore dedicate all’utilizzo del microscopio digitale per il riconoscimento delle tracce di policromia sui reperti lapidei.

 

UF 4 - lineamenti di Green Archaeology (12 ore)

La crescente attenzione alle tematiche dello sviluppo sostenibile e della riduzione dell’impatto ambientale (anche delle opere archeologiche), nonché della sensibilizzazione delle comunità locali, rende quanto mai attuale l’argomento affrontato in questo modulo, sia a livello di inquadramento generale che di casi applicativi.

 

UF 5-6 - soft skills e accompagnamento al lavoro (40 ore)

 

Lo stage, svolto presso aziende affermate in ambito archeologico, permetterà di consolidare le competenze acquisite e di verificare come l’applicazione di nuove strumentazioni tecnologicamente avanzate e digitali sia oramai imprescindibile in termini di qualità del prodotto, velocizzazione delle procedure e perfezionamento dei rapporti con le committenze e le pubbliche amministrazioni.

 

Archeo-Tech è rivolto a diplomati, laureandi e laureati che intendono formarsi come figure professionali di operatori con competenze tecnologiche avanzate, non solo di supporto alle attività degli archeologi tradizionali, ma spendibili anche in altri ambiti professionali.

 

Le figure del tutor di aula e del tutor di stage fungeranno da collegamento tra il gruppo classe e i coordinatori.

 

Il corso si svolgerà nel periodo ottobre 2022 - marzo 2023; a breve saranno pubblicati su questa pagina bando e scadenze.

 

Direttori: Furio Sacchi, Giorgio Baratti

Coordinatore didattico: Francesca Bonzano

Comitato Scientifico: Giorgio Baratti, Francesca Bonzano, Furio Sacchi

 

BROCHURE

BANDO 

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE

MODELLO AUTOCERTIFICAZIONE REQUISITI

 

Link per l'invio delle candidature

https://iscrizionionline.unicatt.it/s/eventsub?subId=a107S000000lmF3