Università Cattolica del Sacro Cuore

Sistema integrato ed ottimizzato per migliorare la sostenibilità economica delle aziende zootecniche

RESPONSABILE ORGANIZZATIVO: Giancarlo Pedretti (Latteria sociale Stallone soc. coop.a r.l. - Villanova Sull’Arda (PC)

RESPONSABILE TECNICO-SCIENTIFICO: Francesco Masoero ( Dipartimento di Scienze animali, della nutrizione e degli alimenti - Università Cattolica del Sacro Cuore)

CICLO DI VITA PROGETTO: Data Inizio 30/06/18 - Data fine 31/12/19 (o 18 mesi dall’inizio) 

FONTE FINANZIAMENTO: PSR

COSTO TOTALE Euro 121.565,80 % FINANZIAMENTO: 70%. CONTRIBUTO RICHIESTO Euro 85.096,06

LOCALIZZAZIONE GEOGRAFICA: livello NUTS3 (province) PIACENZA – EMILIA ROMAGNA - ITALIA

OBIETTIVI

Individuazione del problema trattato e del contesto in cui si colloca

L’andamento dei mercati porta gli allevatori a massimizzare l’impiego degli alimenti aziendali ed a studiare piani colturali che permettano di aumentare la produzione foraggera aziendale. Attraverso l’integrazione di colture leguminose azotofissatrici, annuali o poliennali (es. erba medica), è possibile raggiungere migliori performance aziendali in ambito agronomico e zootecnico e vantaggi economici ed ambientali di breve e lungo termine.

L’Obiettivo generale del progetto è quello di migliorare la sostenibilità delle aziende zootecniche che producono latte per Grana Padano DOP attraverso lo sviluppo e l’applicazione di un sistema di supporto alle decisioni (SSD) – iFarmPROOF – basato sulla multi-ottimizzazione dei piani foraggeri a partire da tutte le diete formulate in stalla (lattifere, asciutte, allevamento) al fine di massimizzare il reddito aziendale al netto dei costi alimentari (IOFC o Income Over Feed Cost), tenendo presenti i vincoli specifici di ogni azienda, nel rispetto delle condizioni ambientali.

RISULTATI ATTESI

Risultati principali

  • Creare un database con i costi di produzione e della qualità nutrizionale dei foraggi e degli alimenti reperibili in azienda, utilizzabile dalle aziende agricole partecipanti al progetto di filiera per un auto-controllo della propria efficienza di campo, nonché dei riflessi in termini quantitativi e qualitativi della produzione del latte;
  • Sviluppo, validazione e applicazione del sistema di supporto alle decisioni iFarmPROOF di ottimizzazione dei piani foraggeri basato sul costo di produzione dei foraggi aziendali e la loro qualità nutrizionale, sui costi delle materie prime acquistabili dal mercato e sulle performance produttive di ogni singolo allevamento;
  • Valutazione del potenziale di diffusione dell’applicabilità del SSD alle altre aziende zootecniche presenti sul mercato e divulgazione dei risultati.

Principali benefici/opportunità apportate dal progetto all'utilizzatore finale, che uso può essere fatto dei risultati da parte degli utilizzatori

Dal progetto ci si attendono i seguenti benefici a favore di tutte le aziende zootecniche coinvolte nella filiera:

  • Indicazioni per il miglioramento dell’autoapprovvigionamento alimentare al fine di massimizzarne l’IOFC degli allevamenti coinvolti;
  • Indicazioni per il miglioramento della qualità microbiologica e casearia del latte prodotto degli allevamenti coinvolti con conseguente miglioramento nel processo di produzione del Grana Padano DOP.

ATTIVITA'

Principali attività di progetto

  • Azione 1: esercizio della cooperazione in cui sono previste le riunioni di coordinamento
  • Azione 3.1: studio pilota e sviluppo e validazione del sistema di supporto alle decisioni - SSD iFarmPROOF da effettuare su n. 12 aziende zootecniche pilota, così distinto:
    • Caratterizzazione e rilievo dei dati delle aziende agricole/allevamenti
    • Campionamento ed analisi dei foraggi aziendali
    • Valutazione di alternative colturali ed ottimizzazione dei piani foraggeri con iFarmPROOF Elaborazione dei risultati
  • Azione 3.2: Applicazione del sistema di supporto alle decisioni iFarmPROOF per l’ottimizzazione dei piani foraggeri a tutte le aziende zootecniche partecipanti il progetto di filiera
  • Azione 4: Divulgazione: n. 2 articoli su riviste tecniche, n. 1 incontro pubblico, n. 1 convegno, n. 2 giornate dimostrative e implementazione del sito web